Fascismo e comunismo: alle radici della memoria europea
16218
page-template-default,page,page-id-16218,page-child,parent-pageid-16165,bridge-core-2.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-19.2.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Fascismo e comunismo: alle radici della memoria europea

QUADERNO N°1 – 2019

Fondazione PER inaugura il suo e-journal con un quaderno
dal titolo “Fascismo e comunismo: alle radici della memoria europea”.

Questo primo quaderno è una raccolta di interventi – scritti per noi da autorevoli studiosi e analisti – che ragionano sulla risoluzione del Parlamento europeo intitolata Sull’importanza della memoria per l’avvenire dell’Europa. La risoluzione ha aperto in Italia un dibattito molto acceso che a distanza di diverse settimane non si è ancora spento, facendo dell’Italia un caso unico in Europa. La sorprendente discussione ha perso di vista il documento sia dal punto di vista dei suoi contenuti, che delle sue finalità, per concentrarsi su questioni, che con quel documento hanno ben poco a che fare, ma che attengono alla irrisolta e ingombrante “questione comunista” nella cultura politica della sinistra italiana, nonostante siano passati trent’anni dalla caduta del muro di Berlino e dello scioglimento del partito comunista italiano. Vi offriamo pertanto alcuni importanti spunti di riflessione in attesa dei vostri commenti. Leggete e seguiteci!