La voce della coscienza dell’America ha un accento austriaco | Fondazione PER
18533
post-template-default,single,single-post,postid-18533,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.0.5,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-21.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

La voce della coscienza dell’America ha un accento austriaco

di Alessandro Maran

 

Questo fine settimana, è stato Arnold Schwarzenegger, l’attore di origine austriaca che ha interpretato «Terminator» e «Un poliziotto alle elementari» e che ha vestito di panni di «Conan il barbaro», ad impersonare la coscienza dell’America.

In un video pubblicato su Twitter, l’ex governatore della California, ha messo in guardia gli americani sui pericoli dell’indifferenza e sulle immani sofferenze che provoca la perdita della democrazia, paragonando l’attacco al Campidoglio con la Notte dei Cristalli, la violenza di Stato scatenata contro le comunità ebraiche in Austria, in Germania e in Cecoslovacchia nella notte tra il 9 e il 10 novembre del 1938, che rappresentò un punto di non ritorno nel processo che porterà nel giro di pochi anni allo sterminio quasi completo dalla popolazione ebraica nei territori soggetti al Terzo Reich.

Nel suo paese natale, ha spiegato Schwarzenegger, «non tutti erano anti-semiti fanatici o nazisti. Molti si sono fatti trascinare, un passo alla volta, giù per la strada». Dopo la guerra, «mio padre tornava a casa ubriaco una o due volte la settimana e urlava e ci picchiava… il nostro vicino faceva lo stesso con la sua famiglia. Ed era così anche per il vicino seguente. Erano in preda al dolore fisico per le schegge nei loro corpi. E in balia del dolore psicologico per quel che avevano visto e avevano fatto».

Trump «ha tentato un colpo di Stato ingannando le persone con le sue bugie. Anche mio padre e i nostri vicini furono ingannati con le menzogne. E so bene dove portano queste bugie», ha detto inoltre.

Poi, nel caso che gli esempi (storie di vita vissuta che dovrebbero far riflettere) non fossero sufficienti, la star del cinema ha preso la spada di scena di «Conan il barbaro», il suo vecchio personaggio, e ha aggiunto: «La nostra democrazia è come l’acciaio di questa spada. Più viene temprata, più diventa forte».

Alessandro Maran
Alessandro Maran
maran@perfondazione.eu

Già senatore del Partito democratico, membro della Commissione Esteri e della Commissione Politiche Ue, fa parte della presidenza di Libertàeguale. Parlamentare dal 2001 al 2018, è stato segretario regionale dei Ds del Friuli Venezia Giulia.

Nessun commento

Rispondi con un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.