Un fantastico potente discorso sullo stato dell'Unione - Fondazione PER
20946
post-template-default,single,single-post,postid-20946,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.0.5,cookies-not-set,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-21.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Un fantastico potente discorso sullo stato dell’Unione

di Alessandro Maran
🇺🇸 La partita principale, si sa, è quella americana. Dopo un fantastico, potente, discorso sullo stato dell’Unione, Joe Biden è in risalita nei sondaggi. Vale la pena di leggerlo (lo trovate, in italiano su Il Foglio: 👉 https://www.ilfoglio.it/…/il-discorso-sullo-stato-dell…/) e soprattutto, vale la pena di ascoltarlo (👉 https://www.youtube.com/live/nFVUPAEF-sw?si=pfiHRC7CxlqXpoDT).
«Non mi riferivo – scrive Francesco Costa nella sua newsletter “Da Costa a Costa”- al contenuto del discorso, infatti, quando poco fa vi parlavo del volume: parlavo proprio del volume. Biden ha parlato per un’ora e ha urlato dall’inizio alla fine. È andato avanti con decisione, ma quando è stato interrotto ha saputo cavarsela con efficacia e tempismo, parlava come se volesse prendere a schiaffi qualcuno. Non ha confuso il Messico con l’Ucraina e i giornalisti, fin qui spietati con la sua immagine precaria e fragile, hanno parlato di performance “vigorosa”, “rassicurante”, “concentrata”, “energica”. Vibe: incazzato nero». Se nelle prossime settimane il comportamento e le prestazioni di Joe Biden si manterranno su questo livello, scrive Costa, le discussioni attorno alla sua età di tanto in tanto, potranno, inevitabilmente, anche riemergere, «ma Biden potrà parlare anche di economia e di diritti, di politica estera e di immigrazione, e in ultima istanza ottenere la cosa che cerca, cioè essere giudicato come ogni altro presidente, per quello che ha fatto e per quello che non ha fatto» (👉 https://www.ilpost.it/newsletter-da-costa-a-costa/)
Lo sottolinea anche Paola Peduzzi sul Foglio: «Quel che resta di una serata che meglio di così non poteva andare è la fierezza di Biden, che ha rovesciato il tavolo di una campagna elettorale che pareva destinata a stare sulla difensiva – e la consapevolezza che democrazia e libertà non sono beni da dare per scontati, nemmeno nell’America che li ha sempre avuti a cuore» (👉 https://www.ilfoglio.it/…/che-fierezza-mr-biden-6307893/).
Il presidente americano ha infatti lanciato un messaggio limpido e battagliero: difenderà la democrazia e la libertà in America e nel mondo. Ha poi proseguito presentando con orgoglio i suoi risultati di questi anni alla Casa Bianca, accusando duramente Trump e i Repubblicani di essere pericolosi e inadeguati a guidare il paese in un momento così complesso («Sono le cose che Biden dice spesso, stavolta pronunciate con molta più efficacia», rimarca Costa), il tutto condito da duelli improvvisati con i repubblicani (pareva di stare ai Comuni di Londra), dalle smorfie dello speaker del Congresso e dalla frase più bella detta agli eversori del 6 gennaio: “Non puoi amare il tuo paese soltanto quando vinci”.
Insomma, fiero e politico. È così che in molti hanno descritto il discorso sullo stato dell’Unione del presidente Joe Biden, pronunciato l’altra sera.
Indicando cinque punti chiave, Deirdre Walsh di NPR sottolinea che Biden è andato giù durissimo sull’Ucraina e sulla democrazia (👉 https://www.npr.org/…/state-of-the-union-address-biden…). «Quando (Biden) ha segnalato che ‘la storia sta guardando’ come gli Stati Uniti gestiscono le alleanze all’estero e sostengono l’Ucraina, ha messo in guardia da ‘un altro attacco alla libertà’», osserva Walsh. «Riferendosi a Trump, Biden ha sostenuto che l’ex presidente ha la responsabilità di aver sovvertito la legge e ha detto: ‘Anzi, se ne vanta’». Biden ha fatto riferimento al “mio predecessore” (cioè Trump) come ritornello nel suo discorso ; come scrive Kevin Liptak della CNN, la serata ha visto Biden affrontare Trump in modo abbastanza diretto (👉 https://edition.cnn.com/…/takeaways-joe…/index.html?)
Nel discorso, Biden ha sfidato Trump e i repubblicani su Ucraina, immigrazione e tasse, scrive The Wall Street Journal. Ha annunciato anche il progetto di un molo galleggiante che faciliterà la consegna di aiuti a Gaza, senza la presenza di truppe statunitensi. La guerra tra Israele e Hamas ha infatti diviso la sinistra americana e la cosa potrebbe rappresentare un rischio elettorale per Biden, data l’animosità arabo-americana nei confronti del convinto sostegno di Biden a Israele. Secondo Catherine Lucey del Wall Street Journal, Biden ha cercato di “percorrere una linea attenta” sulla guerra di Gaza (👉 https://www.wsj.com/…/takeaways-from-bidens-state-of…).
Biden ha la possibilità di reimpostare il suo messaggio del 2024, ha scritto Ronald Brownstein di The Atlantic prima del discorso. Nel corso dell’anno elettorale, ha sostenuto Brownstein, Biden può affrontare il rematch con Trump in vari modi, ma il modo migliore potrebbe essere quello di guardare avanti. Biden dovrebbe evitare di concentrarsi principalmente sui suoi trascorsi – che includono importanti leggi e una ripresa economica che tuttavia non hanno avuto risonanza nei risultati dei sondaggi – e sottolineare invece come apparirebbero i prossimi quattro anni con lui rispetto a Trump, ha proposto Brownstein (👉 https://www.theatlantic.com/…/joe-bidens-most…/677670/). E proprio a questo proposito, Michael Hirsh di Foreign Policy scrive appunto che Biden “ha pronunciato uno dei discorsi sullo stato dell’Unione più politici e politicamente significativi che si ricordi… esponendo nei termini più crudi la posta in gioco delle prossime elezioni per gli Stati Uniti e per il mondo intero” (👉 https://foreignpolicy.com/…/biden-sotu-address-2024…/).
Alessandro Maran
maran@perfondazione.eu

Già senatore del Partito democratico, membro della Commissione Esteri e della Commissione Politiche Ue, fa parte della presidenza di Libertàeguale. Parlamentare dal 2001 al 2018, è stato segretario regionale dei Ds del Friuli Venezia Giulia.

Nessun commento

Rispondi con un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.