E-Journal - Pagina 40 di 88 - Fondazione PER
1868
blog,paged,paged-40,theme-bridge,bridge-core-2.0.5,cookies-not-set,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-21.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
 

E-Journal

Intervista a Enrico Morando a cura di Umberto De Giovannangeli*   “Il socialismo, un socialismo liberale nella società della conoscenza non lo si fa ridistribuendo una piccola quota di capitale finanziario. Lo si fa con enormi investimenti nel campo della formazione, dell’istruzione. L’orizzonte di un socialismo liberale...

di Vittorio Ferla   L’Unione europea potrebbe ottenere ulteriori 50 miliardi di euro l’anno di tasse dalle multinazionali, se nei prossimi mesi l’Ocse riuscisse a trovare un accordo sulla tassazione minima globale del 15% per le società, come già proposto dagli Stati Uniti e, soprattutto, come hanno...

di Giorgio Tonini   Eravamo in trentatré. Trent’anni fa. Trentatré trentini, il 9 giugno 1991, come comitato promotore provinciale, brindammo al successo del referendum Segni per la preferenza unica, la piccola crepa che fece collassare la Repubblica dei partiti (la “partitocrazia”, come era solito chiamarla Marco Pannella),...

di Alessandro Maran   Sembra che l’intesa ci sia. Yair Lapid, leader del partito centrista Yesh Atid, mercoledì sera, 38 minuti prima della scadenza della mezzanotte, ha comunicato al presidente israeliano Reuven Rivlin di essere riuscito a mettere insieme una coalizione di governo formata da un impasto di partiti politici...

Vittorio Ferla*   Sommario 1- La crisi della rappresentanza 2- Aldo Moro: l’intelligenza degli avvenimenti 3- 1978: la fine della Prima Repubblica 4- La logica spartitoria della democrazia consociativa 5- Il cattivo rendimento delle istituzioni repubblicane 6- Il dibattito sulle riforme istituzionali 7- La potenza travolgente del referendum 8- Gli effetti della vittoria del ’91 9...

di Giovanni Guzzetta   E’ difficile non provare una certa nostalgia per gli eventi che condussero al referendum del 9 giugno 1991. Non solo per ragioni biografiche, ma soprattutto per il ricordo del clima febbrile e carico di speranze che accompagnò quel momento. Oggi l’Italia sembra molto...

di Carlo Fusaro   Premessa Il 17 gennaio 1991 con la sentenza 47, che stabilì fondamentali precedenti in materia, relatore il presidente Giovanni Conso, la Corte costituzionale ammetteva uno dei tre referendum richiesti in materia elettorale, quello che si sarebbe tenuto il 9 giugno dello stesso anno. Esso...